Joan Mirò e la sua magica realtà

Visita la mostra dedicata a Joan Mirò, nella cui opera pittura e poesia si fondono, il reale viene sottoposto a un processo di semplificazione che rimanda all’arte primitiva e che dà vita a un alfabeto universale di simboli fantastici.

CERCHI UN OUTLET PER ACQUISTARE LA TUA CUCINA SCAVOLINI RISPARMIANDO?

Joan Mirò opere

Joan Mirò nasce a Barcellona il 20 aprile del 1893 e già da bambino è attratto dal disegno e dal colore. Così, dopo avere conseguito il diploma commerciale , si iscrive alla Scuola d’Arte di Gali e realizza le prime opere che espone in Spagna e in cui è chiara l’influenza fauvista. Negli anni Venti Miró va in Francia e visita Parigi, dove entra in contatto con Pablo Picasso, grazie al quale inizia a frequentare gli ambienti artistici e i pittori di Montmatre, E’ di questo periodo l’influsso sulla sua arte pittorica del Surrealismo e del Dadismo, correnti che lo orientano verso un nuovo ciclo pittorico astratto ed essenziale. Miró raffigura nei suoi quadri un microcosmo in cui vivono forme coloratissime e fantastiche, che traspongono il reale in un mondo poetico.
Joan Mirò e la sua magica realtà

Joan Miro

Il genio artistico di Joan Mirò ricevette i meritati riconoscimenti in patria solo raggiunta oramai la vecchiaia e dopo che cadde la dittatura di Franco. Risale al 1978 l’assegnazione al pittore catalano della Medalla d’Or de la Generalitat de Catalunya e all’anno successivo la laurea honoris causa da parte dell’Università di Barcellona (Harvard gliela aveva già conferita nel 1968). Nel 1980 il re di Spagna Juan Carlos assegnò a Mirò la medaglia d’oro delle Belle Arti e nel 1981 la sua città, Barcellona, gli assegnò la medaglia d’oro. Sono dell’età della vecchiaia le moltissime opere in ceramica, tra le quali il Muro della Luna e il Muro del Sole collocate presso l’edificio dell’UNESCO a Parigi. Joan Miró si spense nel 1983 a Maiorca, all’età di 90 anni ma fu sepolto a Barcellona. la tomba si trova nel cimitero di Montjuïc.

Fundació Joan Miró

A Barcellona, nel 1975, nacque la Fundació Joan Miró, fortemente voluta dal pittore fin dal 1968, per mostrare al pubblico le proprie opere e per favorire l’avvicinamento delle persone all’arte. Vi sono raccolti oltre 10mila pezzi tra dipinti, sculture e tappezzerie e schizzi. La Fondazione Mirò si trova nel Parc di Montjuïc, in un edificio firmato dall’architetto e amico del pittore Josep Lluís Sert. completamente bianco, si presenta come uno spazio aperto, fatto di pati e terrazze per favorire il percorso di chi lo visita. Negli anni Ottanta l’edificio fu ampliato con l’aggiunta di un auditorium e di una biblioteca. La Fundació Joan Mirò riunisce la migliore collezione pubblica di opere dell’artista, che include più di 5mila disegni, circa 300 dipinti, 150 sculture.